Vetri per finestre, come sono realizzati e come sceglierli

vetri per finestre

Il vetro è uno degli elementi principali delle finestre ed è proprio per questo motivo che è fondamentale scegliere quello adatto.

L’obiettivo è quello di ottenere serramenti performanti ed esteticamente belli, in accordo con lo stile dell’edificio. I vetri per finestre sono infatti personalizzabili in base a diversi fattori.

Nell’articolo di oggi, Gerosa Serramenti vi daremo tutte le informazioni utili per permettervi di fare un ottimo acquisto.

Le caratteristiche dei vetri per finestre

Per avere un buon vetro, occorre accertarci che abbia alcune caratteristiche, come:

  • buona trasmittanza luminosa cioèquantità di luce visibile che passa attraverso il vetro
  • fattore solare ottimale;cioè la quantità di calore che entra dal vetro 
  • buon indice di isolamento termo-acustico;
  • indice di sicurezza elevato e quindi deve essere antieffrazione 

Le tipologie di vetri per finestre

Nel mercato sono presenti molte tipologie di vetro, come i vetri con vetrocamera a singola camera (o doppio vetro) ossia l’insieme di due o più lastre di vetro distanziati tra loro che formano una camera d’aria.

Questa tipologia di vetro garantisce una buona trasmittanza luminosa e un buon isolamento termoacustico.

A seconda del trattamento, si hanno:

  • vetri basso emissivi che, attraverso un processo magnetico, garantiscono un’ottima performance termica di trasmittanza luminosa;
  • vetri selettivi che, selezionano i raggi solari che devono entrare respingendo i raggi ultravioletti e gli infrarossi in modo tale da evitare il surriscaldamento dei vari ambienti nella stagione estiva.

In questo caso, se sono presenti delle schermature come scuri, persiane, tapparelle, o tende da sole, meglio optare per il basso emissivo.

La normativa

Secondo la legge UNI 7697, è obbligatorio installare i vetri di sicurezza nelle proprie abitazioni.

Occorre quindi, installare dei vetri antinfortunio che quando si rompono non rappresentano un pericolo

Questa tipologia di vetro si ottiene utilizzando:

  • Vetri stratificati che hanno all’interno una pellicola di PVB che li tiene uniti e quindi quando si rompono rimangono uniti tra loro (utili anche come vetri antisfondamento);
  • Vetri temperati ottenuti da un processo di creazione che prevede il riscaldamento del vetro fino a oltre 600° Celsius, seguito da un rapido raffreddamento volto a bloccare le superfici del vetro in uno stato di compressione, e l’interno in uno stato di tensione.

Questi particolari vetri in caso di rottura si frantumano in piccolissimi pezzi non dannosi.

Per scegliere il giusto vetro affidati ad aziende professionali e competenti. I professionisti sapranno indicarti la giusta tipologia di vetro in base alle tue esigenze.

Vuoi installare o cambiare le tue finestre? Contatta Gerosa Serramenti

Sostituzione infissi, come arrivare pronti

sostituzione infissi

La sostituzione degli infissi è un’operazione inevitabile quando questi iniziano a non essere più efficienti.

Con questo articolo, noi di Gerosa Serramenti, vogliamo aiutarti a capire quando è necessario rivolgersi a degli esperti per intervenire con la sostituzione infissi e cosa sapere in merito.

Cosa si intende per infisso

Quando si parla di infissi, si fa riferimento al telaio, ovvero la struttura solida ancorata alla muratura dell’edificio a cui vengono fissate, tramite cerniere, le ante, i pannelli e le vetrate.

A seconda del suo utilizzo, l’infisso o telaio, può essere di diversi materiali, come alluminio, legno e PVC.

L’infisso ha un ruolo fondamentale perché funge da supporto al serramento garantendone l’apertura e chiusura e fornisce, insieme al serramento, un corretto isolamento degli ambienti interni.

Quando sostituire gli infissi

Nonostante queste strutture siano progettati per durare molti anni, necessitano sempre di una buona manutenzione e quando risulta necessario, occorre sostituirli in modo da avere infissi sempre efficienti in base alle proprie esigenze.

Fatta questa premessa, va comunque precisato che un infisso ha una vita media che va dai 15 ai 30 anni a seconda da come viene trattato e se negli anni sono state effettuate le manutenzioni adeguate.

Tuttavia, un infisso deve essere sostituito quando:

  • sì ha difficoltà ad aprire o chiudere la porta o finestra;
  • si avvertono degli spifferi;
  • non è più in grado di resistere al vento e alla pioggia.

In questi casi o semplicemente se sono passati più di 30 anni dopo l’installazione, l’ideale è sostituirli, in quanto quest’ultimi non saranno più in grado di adempiere correttamente al proprio compito.

Sostituzione infissi: cosa sapere

Prima di scegliere il materiale, la tipologia di vetri e i sistemi di sicurezza, occorre considerare le necessità della casa valutando il contesto climatico della zona in cui si vive, gli aspetti legati alla schermatura dei rumori e l’isolamento termico e, se necessario l’inserimento di dispositivi di sicurezza.

Un altro aspetto importante da valutare prima di cambiare gli infissi è capire se la sostituzione rientra tra gli interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria.

Per la manutenzione ordinaria non servono permessi specifici per iniziare i lavori di sostituzione degli infissi, quindi non sarà necessario attendere e sostenere spese burocratiche.

Stai pensando di sostituire i tuoi infissi? Contatta Gerosa Serramenti

Come pulire gli infissi perché durino nel tempo

come pulire gli infissi

Indipendentemente dal materiale scelto, per mantenere gli infissi belli e in perfette condizioni nel tempo è opportuno pulirli periodicamente.

Che siano in legno o in alluminio, gli infissi, per poter essere duraturi nel tempo, necessitano di una costante pulizia e manutenzione.

Con questo articolo, noi di Gerosa Serramenti, vogliamo offrirvi una guida utile per una pulizia efficace dei serramenti.

Come pulire gli infissi in alluminio

La pulizia degli infissi in allumino non richiede accorgimenti particolari. Basta una spugna o un panno morbido eun detergente che non sia troppo aggressivo ed il gioco è fatto.

Per prima cosa occorre rimuovere il grosso della polvere e dello sporco, utilizzando semplicemente un panno morbido asciutto.

Successivamente, si potrà procedere passando un panno bagnato sulle persiane e sugli infissi, rimuovendo lo sporco anche nelle guarnizioni e nelle fessure e nei canali di drenaggio.

Infine, si potrà passare alla pulizia vera e propria utilizzando i detergenti non troppo aggressivi o soluzioni naturali per far brillare gli infissi.

Come pulire gli infissi in legno

Nonostante richiedono più attenzione degli infissi in alluminio, gli infissi in legno non richiedono particolare attività di pulizia.

Come per gli infissi in alluminio, prima di iniziare le operazioni di pulizia, occorre rimuovere la polvere dalla superfice. Successivamente si passerà alla pulizia vera e propria con l’utilizzo di unno strofinaccio in spugna umido o di un panno in microfibra.

Per la pulizia degli infissi in legno, è preferibile utilizzare semplicemente acqua o, in alcuni casi, con detergenti neutri e panno in microfibra. 

Nel caso in cui vengano utilizzati detergenti, occorre un’ulteriore passata con un panno in microfibra umido per sciacquare la superfice.

Infine, è importante non lasciare che la porta si asciughi all’aria esterna, perché potrebbe presentare delle macchie e aloni, quindi occorre ripassare un panno asciutto.

Per concludere, puoi utilizzare la cera d’api per creare una specie di pellicola che proteggerà la porta e la renderà più lucida.

Vuoi dare nuova vita alla tua casa con i nuovi infissi? Contatta Gerosa Serramenti

Tende frangisole: caratteristiche e vantaggi

tende frangisole

Vuoi riparare gli ambienti interni dai raggi diretti dal sole? Le tende frangisole possono essere la soluzione adatta.

Le tende frangisole sono dei supporti che vengono applicate alle finestre o portefinestre con l’obiettivo di proteggere gli ambienti interni dai raggi solari e quindi evitare di far riscaldare l’interno.

Con l’articolo di oggi, Gerosa Serramenti vuole proporvi l’utilità delle tende frangisole e mostrarvi caratteristiche e vantaggi.

Caratteristiche delle tende frangisole

Le tende frangisole hanno una struttura costituita da lamelle le quali riescono a respingere i raggi solari. Le lamelle che possono essere fisse oppure mobili.

Nel primo caso, le lamelle devono essere direzionate e inclinate in modo da difendere efficacemente l’abitazione dall’eccessiva esposizione ai raggi solari.

Con la seconda tipologia, invece, si può seguire l’orientamento del sole in modo tale da ottimizzare la quantità di luce che entra in casa. Quindi, grazie ai sistemi mobili potrete regolare la luce e l’ombra secondo le vostre esigenze.

Inoltre, possono essere:

  • A rullo, caratterizzate da un telo a caduta avvolto su un rullo di supporto. Il telo può essere bloccato in qualsiasi posizione, in base alle proprie esigenze di utilizzo. Questo viene montato seguendo la superfice del vetro.
  • Plissettate, caratterizzate da un telo con la funzionalità delle plissé, dove visivamente regalano l’effetto a lamella garantendo una maggiore ombreggiatura ma anche un effetto decorativo. Queste possono essere a caduta libera oppure guidata e, come nel caso precedente, sono montate seguendo la superficie del vetro.
  • A pannello, costituite da un telo formato da strisce verticali collegate ad un binario superiore, garantiscono ottime prestazioni di schermatura e trovano largo impiego soprattutto su finestre di notevoli dimensioni.

Vantaggi delle tende frangisole

Tra i principali vantaggi di utilizzare le tende frangisole, oltre alla protezione degli ambienti interni dai raggi solari, abbiamo:

  • raffrescamento della casa naturale
  • risparmio energetico in quanto riducono l’uso di climatizzatori o ventilatori

In inverno, inoltre, i frangisole costituiscono una barriera contro il vento e la pioggia, svolgendo quindi un’importante funzione di protezione e isolamento dagli agenti atmosferici.

Le tende frangisole comprendono anche schermi oscuranti e filtranti, adatti per ogni esigenza, sia di tipo protettivo che per il rispetto della privacy.

Infine, grazie al fatto che sono realizzate con un tessuto microforato, presentano un’eccellente visibilità verso l’esterno senza intaccare i colori naturali del paesaggio. 

Vuoi godere anche tu devi vantaggi di queste tende? Contatta Gerosa Serramenti e scopri la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Persiane in alluminio, caratteristiche e modelli

Persiane in alluminio

La persiana è un elemento importante della casa in grado non solo di schermare i raggi del sole ma anche proteggere i serramenti interni dagli agenti atmosferici e dai tentativi di effrazione.

Grazie alle varie tipologie di lamelle, le persiane possono offrire diversi livelli di schermatura.

Le lamelle delle persiane possono essere:

  • fisse con un’inclinazione a 60 gradi,
  • regolabili e quindi permettono di modificare la loro inclinazione a seconda delle esigenze permettendo così di scegliere sia una schermatura totale, o di regolarle in modo da ottenere una luce maggiore senza aprire completamente le persiane garantendo così una privacy maggiore.

Nell’articolo di oggi, Gerosa Serramenti parlerà delle persiane in alluminio e dei loro vantaggi.

Persiane in alluminio

Sul mercato, sono disponibili persiane di vari modelli, diversi per dimensioni, caratteristiche e materiali.

Uno dei materiali più apprezzati e utilizzati è sicuramente l’alluminio, che garantisce una persiana leggera e resistente adattabile ad ogni stile.

Un’altra particolarità dell’alluminio è che non richiede particolari interventi di manutenzione e garantisce anche un buon isolamento termo-acustico. Questo avviene soprattutto quando è abbinato ad una finestra a doppio o triplo vetro.

I vantaggi

Installare persiane in alluminio, offre la possibilità di avere un elemento di design con un ottimo rapporto qualità prezzo. Inoltre, è durevole nel tempo nonostante non richieda particolari interventi di manutenzione.

Le persiane in alluminio, infatti, resistono agli urti e agli agenti atmosferici come grandine, pioggia e neve.

Inoltre, grazie a rinforzi in acciaio, i rostri laterali e serrature con diversi punti di chiusura è possibile avere delle persiane in alluminio blindate che garantiscono così maggiore sicurezza senza alterare l’aspetto estetico dell’edificio.

Inoltre, grazie alla duttilità di questo materiale, è possibile ottenere persiane personalizzabili, nel colore e nella forma.

Scegliendo una persiana in alluminio, si ha un materiale che appartiene alla classe A1 d’incendio. Ciò vuol dire che si ha un serramento che non può essere conduttore di fiamme, e che le esalazioni derivate dalle fiamme su tale materiale non hanno effetti nocivi per la salute.

Per avere maggiori informazioni sulle persiane in alluminio contatta Gerosa Serramenti.

Serramenti a taglio termico: caratteristiche e vantaggi

serramenti a taglio termico

La scelta dei serramenti è fondamentale per garantire un ottimo isolamento termoacustico degli spazi e mantenere un clima confortevole in tutte le stagioni evitando inutili e costosi sprechi di energia.

i serramenti a taglio termico sono gli infissi in grado di “tagliare” il flusso di calore che altrimenti si verificherebbe tra l’interno e l’esterno. Sono stati ideati per risolvere il problema dei serramenti tradizionali, a taglio freddo, che hanno un’alta conducibilità termica e quindi scarse prestazioni termoisolanti. Grazie a questo “taglio, il flusso di calore tra i due ambienti, interno ed esterno, viene interrotto e l’ambiente può mantenere un clima più confortevole.

Come viene realizzato il taglio termico

Gli infissi a taglio termico sono caratterizzati dall’inserimento nel corpo centrale di un materiale isolante a bassa conducibilità termica all’interno del profilato, in modo che la parte interna e quella esterna, siano separate e non ci sia conducibilità termica.

La parte isolante può essere in vari materiali, e questo in genere influisce sulle prestazioni, sulla classe energetica che, naturalmente, sul prezzo. Nei serramenti a prestazioni più elevate il corpo centrale è in poliammide, in caso di finestre più economiche il polistirolo.

I vantaggi

Tra i vantaggi principali si hanno:

  • maggiore isolamento termo-acustico;
  • maggiore comfort;
  • risparmio energetico;
  • maggiore comfort.

Un altro vantaggio è dato dal fatto che gli infissi a taglio termico eliminano il problema della condensa, presente nelle vecchie finestre in alluminio. Infatti, grazie all’inserimento di una canalina calda e gas argon tra i due strati di vetro esterno e interno.

Un ulteriore vantaggio che offre performance ancora più isolanti è la tecnologia “a giunto aperto” che consiste nell’inserire all’interno deli bordi dell’infisso una guarnizione in grado di convogliare l’acqua e l’aria in appositi fori di scarico.

I serramenti a taglio termico sono il primo passo per ottimizzare luce e riscaldamento casalingo. Ma anche per evitare perdite di calore e mantenere il clima di casa confortevole.
Contatta Gerosa Serramenti per saperne di più!

Porte blindate in alluminio: una soluzione per la sicurezza

porte blindate in alluminio

Con il termine porta blindata si intende una particolare struttura progettata per resistere ai tentativi d’effrazione ed intrusione e con lo scopo di proteggere persone e beni da eventuali malintenzionati.

Per poter scegliere la giusta porta blindata, bisogna distinguere le due tipologie. Porte blindate intermedie, proteggono appartamenti. Non si tratta quindi di porte esposte ad agenti atmosferici. Le porte blindate esterne, invece, devono isolare dagli agenti atmosferici e dai rumori di strada. Nell’articolo di oggi parliamo in particolare di porte blindate in alluminio, con Gerosa Serramenti.

Le classi delle porte blindate

Le porte blindate sono divise in 6 livelli di sicurezza. Questi livelli sono determinati in base allo svolgimento e al superamento di prove che simulano i reali tentativi effrazione.

Durante la scelta di una porta di questo tipo, quindi, è necessario verificare che il livello di sicurezza sia certificato e garantito dall’azienda produttrice della porta.

Generalmente, la scelta migliore per un condominio o per una casa dovrebbe ricadere in una porta con una classe almeno di livello 3.

Le porte blindate in alluminio, oltre a essere sicure, sono anche esteticamente belle.

Serratura di una porta blindata

Un’altra caratteristica di una buna porta blindata è: la serratura.

Sul mercato esistono diverse tipologie di serrature di sicurezza e possono avere più punti di bloccaggio intorno al perimetro della porta (3 punti, 5 punti e 7 punti di blocco) e possono essere dotate di piastre anti trapano ed anti-manomissione a protezione del cilindro.

Isolamento termo-acustico

Un’altra caratteristica di una buona porta blindata, è l’isolamento termo-acustico, importante soprattutto per portoni blindati esterni che sono più o meno esposti agli agenti atmosferici ma anche per una porta interna ad un condominio, per evitare rumori provenienti dal vicinato e spifferi.

La porta blindata è quindi un elemento fondamentale sia per aumentare il livello di sicurezza in casa sia per accrescere il comfort abitativo.

Ad oggi, gli incentivi fiscali proposti dal Governo consentono di ridurre notevolmente la spesa per l’acquisto e per l’installazione delle porte blindate.

Infatti, è inclusa nell’elenco delle misure di prevenzione del rischio che godono del bonus del 50% previsto per gli interventi di ristrutturazione, accanto ad attività quali la sostituzione di infissi e lucchetti, cancellate, recinzioni, grate, saracinesche, sistemi di videosorveglianza e tutto quello che possa servire a prevenire intrusioni e furti nella proprietà privata.

Rivolgiti a Gerosa Serramenti e richiedi maggiori informazioni sulle porte blindate in alluminio.